Menu
Viaggi da Raccontare Giappone, itinerario da Tokyo a Kyoto
Viaggi da raccontare » Itinerari

Giappone, itinerario da Tokyo a Kyoto

Chi visita il Giappone non può mancare le sue città più note, Tokyo e Kyoto. Rappresentano due volti di un Paese in cui tecnologia e progresso fanno da padroni – come dimostra Tokyo – mentre le tradizioni millenarie vengono gelosamente custodite (ve ne accorgerete a Kyoto). In questo articolo vi suggeriamo un itinerario che unisce le due città.

Sono diverse le località visitabili durante questo viaggio. Tokyo e Kyoto distano l’una dall’altra circa 515 km in treno, per cui è abbastanza fattibile inserire delle tappe intermedie. Per questo viaggio considerate almeno una settimana di tempo. Pronti a partire? Iniziamo dalla capitale.

Templi e grattacieli

Energica, consumista e tradizionalista quanto basta, Tokyo è una metropoli che si espande in orizzontale ma soprattutto in verticale. Perderete presto il conto del numero di grattacieli che si elevano verso l’alto.

Se viaggiate con bambini a seguito non perdete il National Science Museum, abitato da dinosauri e animali in carne ed ossa. Vi consigliamo, inoltre, il Parco Museum: un mix di cultura pop e arte contemporanea, in perfetta sintonia con il quartiere che lo ospita. Fra i must, infine, ricordiamo:

  • Il Mercato del pesce di Tsukiji, il più grande al mondo del suo genere.
  • Il Palazzo Imperiale di Tokyo e i suoi stupendi giardini. Lo aprono solo 2 volte all’anno: il 2 gennaio e il 23 dicembre (compleanno dell’imperatore).
  • Il santuario shintoista Meiji, situato all’interno di un parco in cui sono state piantate 400 specie di alberi differenti.
  • Il quartiere di Shibuya, corredato da un mega centro commerciale al civico 109.
  • Il quartiere di Asakusa, custode di più attrazioni: il tempio Senso-ji; Kappabashi-dōri, la via del mercato più fornito della città; la Tokyo Sky Tree, una torre alta ben 634 metri.

È solo un assaggio delle attrattive principali di Tokyo, le tappe imperdibili anche se avete poco tempo a disposizione.

Kanazawa

Se viaggiate in treno basterà un’ora e mezza per raggiungere la città storica di Kanazawa. Perché visitarla? Farete un salto nella tradizione giapponese più pura espressa a pieno dai suoi musei, dai quartieri più antichi – abitati un tempo da geishe e samurai – dai giardini e templi degni di nota. Imperdibili il tempio Myoryuji, il giardino Kenrokuen, il quartiere Chaya e il mercato Omicho.

Takayama

Ricca di templi e musei, si trova sulle Alpi Giapponesi. È un luogo incantevole soprattutto per chi ama la natura. Il panorama è assicurato, così come numerosi sentieri di trekking adatti a tutti i livelli.

Ise

È la località perfetta se siete interessati al lato spirituale del Giappone. Vi ha sede il Grande Santuario, il luogo di culto scintoista più sacro del Paese in cui si venera la divinità Amaterasu Omikami.

Nagoya e la Valle di Kiso

Torniamo a battere le strade della tecnologia visitando una grande città, fra i maggiori poli industriali del Paese, in cui la Toyota ha scelto di avere la sua sede. Nagoya attrae pochi turisti ma in realtà ha molto da offrire oltre ai grandi centri commerciali. Suggeriamo una visita dei musei della ferrovia, delle scienze, nonché del museo d’arte Tokugawa. Non troppo lontano da Nagoya la suggestiva Valle di Kiso, rinomata per i suoi alberi di cedro profumati da cui gli artigiani locali ricavano qualsiasi tipo di oggetto.

Kyoto, la città dei mille templi

Concludiamo il nostro itinerario a Kyoto, per alcuni la città più bella del Sol Levante – anche perché risponde esattamente a ciò che un occidentale si aspetta dal Giappone. Ricca di castelli, templi buddisti e scintoisti, è stata capitale del Paese fra il 794 e il 1868. L’UNESCO ha dichiarato Patrimonio dell’Umanità 17 dei suoi siti storici, divisi fra strutture antiche e giardini.
Ecco un assaggio di ciò che vi aspetta:

  • Fushimi Inari: santuario shintoista, è caratteristico per un tunnel costituito da migliaia di porte torii rosse: conduce dritti alla foresta e alla cima del monte Inari.
  • Il Tempio d’oro: volto buddista cella città, è circondato da un grande giardino realizzato seguendo lo stile del periodo
  • Kiyomizudera: tempio storico, risalente all’8° secolo, Patrimonio UNESCO come il precedente. Per darvi un’idea della sua bellezza ricordiamo che nel 2007 è entrato in lizza per essere inserito fra le Nuove Sette Meraviglie del Mondo. Vale la pena di farci un salto, siete d’accordo?
  • Nishiki Market: tuffatevi nel cuore pulsante della città visitando il suo storico mercato, distante pochi minuti a piedi dalla stazione Shijo. Vi troverete e mangerete “di tutto”.
  • Gion: antico quartiere cittadino, è popolato di geishe.

Sapete cosa fare prima di partire?

Siamo certi che saprete pianificare al meglio la vostra vacanza ma desideriamo ricordarvi che se volete partire in tutta sicurezza avete bisogno di un’assicurazione viaggio.

Il Giappone per noi italiani non è proprio dietro l’angolo, e sappiamo anche quanto è difficile relazionarsi in un Paese in cui il sistema di scrittura è del tutto diverso dal nostro.
Immaginate un ricovero improvviso o l’urgenza di cure mediche. Con una polizza viaggi riceverete assistenza dall’Italia su cosa fare e le spese mediche – che possono raggiungere cifre piuttosto importanti– vi saranno rimborsate.

Vi auguriamo buon viaggio e vi invitiamo a raccontarci, al vostro ritorno, come è andata!