Menu
Viaggi da Raccontare In vacanza nella splendida Rodi
vacanza a rodi
Viaggi da raccontare » Mare

In vacanza nella splendida Rodi

Share on Facebook480Tweet about this on Twitter0Share on Google+0

Con la testa oramai proiettata verso le vacanze estive, noi di ERV oggi vi portiamo alla scoperta di Rodi, una delle isole del Dodecanneso appartenenti alla Grecia ma molto vicina alla costa della Turchia.

Facendo parte della Grecia, Rodi ha un legame indissolubile sia con la storia che con la mitologia. Rodi era infatti la moglie di Elio, il dio del Sole, che volle regalarle come dono di nozze luce, calore e vegetazione, tre caratteristiche che ancora oggi rendono spettacolare quest’isola. Per la sua fortunata posizione vicino tanto alla Grecia che all’Asia Minore, diventò uno scalo commerciale importante e di conseguenza una terra ambita per diversi popoli ed oggetto di conquista.

Rodi città

Il centro di Rodi città è oggi la più grande città medievale ancora abitata nonché Patrimonio dell’Umanità da parte dell’Unesco. Il centro storico è un vero e proprio labirinto di vicoli che portano dalle piazze principali fino alle imponenti fortificazioni, dove sono presenti negozietti di ogni sorta e ristoranti che propongono moussaka e feta al forno. Ci sono tre settori principali nel centro storico: il Kollakio che include la maggior parte dei monumenti medievali; la Hora, ovvero il quartiere ottomano e commerciale; il quartiere ebraico che è invece più residenziale. In epoca medievale, nel Kollakio abitavano i Cavalieri di San Giovanni che hanno lasciato un’eredità architettonica, storica e culturale unica.

Le spiagge di Rodi

Rodi può vantare almeno 300 giorni di sole all’anno, diventando così un’ottima meta in ogni stagione: si può evitare agosto, mese di maggior afflusso turistico, e pensare di andare da maggio a settembre, quando il clima è caldo ma non afoso.
Le più belle città e quelle più turistiche si trovano nella costa orientale, offrendo paesaggi incantevoli su un mare limpido e cristallino. La costa occidentale è più verde, ma anche più ventosa e per questo il mare è spesso agitato e le spiagge coperte di sassi.  Su entrambe le coste, tra una spiaggia e l’altra, si trovano reperti archeologi e rovine di castelli e templi.
Qualche esempio di spiaggia da non perdere? Sicuramente la tranquilla Tsambika (dove le tartarughe vengono a deporre le uova), la vivace Faliraki, la caratteristica Anthony Queen Bay, la suggestiva Kalithea.
Gli amanti dei cocktail non possono assolutamente non fare tappa alla Mojito Beach.

Lindos

Case bianchissime e cortili con mosaico, vicoli con negozietti e bar caratterizzano la più antica città del Dodecanneso, Lindos. La spettacolare Acropoli sorge 116 metri sopra questo paese ed il Tempio di Atena è la rovina più antica del sito. Si può raggiungere l’Acropoli a piedi seguendo un sentiero segnalato ma anche a dorso di un asino. La spiagga di Lindos è una delle più belle e frequentate dell’isola.

L’entroterra

Gli amanti della natura non possono non fare una visita alla Valle delle Farfalle, facendo attenzione a non alterare l’ecosistema grazie al quale migliaia di falene coloratissime vivono in questa gola tra laghetti e ruscelli. Per raggiungere il Monte Profitis Ilias, attraverserete l’isola da est a ovest, passando attraverso foreste di pini e percorrendo strade panoramiche.
Nell’entroterra troverete anche aziende vinicole e ottime taverne dove gustare piatti tipici come il capretto, spiedini, pite e conserve di uva.

Prassonissi

Volete vedere il mar Meriterraneo e l’Egeo che si incontrano? Potete farlo a Prassonissi, la punta meridionale di Rodi, una lingua di terra che “sparisce” quando c’è l’alta marea, facendo appunto incontrare i due mari. La zona è abbastanza ventosa e particolarmente amata dai surfisti.

Vi è venuta voglia di esplorare le meraviglie di Rodi? Oltre a fare le valige ricordatevi che, a partire da pochi euro, potrete assicurarvi e partire senza preoccupazioni, grazie alla polizza Assistenza e Spese Mediche di ERV.

Share on Facebook480Tweet about this on Twitter0Share on Google+0