Menu
Viaggi da Raccontare Viaggio in Malesia tra cultura e tecnologia
viaggio-malesia
Viaggi da raccontare » Itinerari

Viaggio in Malesia tra cultura e tecnologia

Avete sempre sognato di vedere dal vivo la terra di Sandokan ma non avete idea di come organizzare il vostro viaggio? Vi sentite come la Perla di Labuan e volete vivere una vacanza esotica con la vostra dolce metà? Ecco un assaggio di ciò che potrete visitare una volta giunti in Malesia.

La Malesia è divisa in due grandi parti, una peninsulare e una insulare, a cui si aggiungono diverse isole, incastonate in un mare da sogno.

I 4 posti imperdibili della Malesia Occidentale al confine con la Thailandia

  1. Kuala Lampur: è la capitale del paese ed è una città in cui si sono integrati in maniera armoniosa edifici antichi e coloniali con grattacieli svettanti. Una moderna megalopoli, con un vivace quartiere cinese in cui la sera si chiude al traffico e si montano centinai di bancarelle per il mercato notturno.
  2. Malacca: una città a 200 km a sud della capitale, considerata il luogo di maggior valore storico del paese. Infatti qui si incontrano tutte le culture presenti, come quella malese, cinese, indiana, portoghese ed olandese che hanno consentito lo sviluppo e la costruzione di templi di ogni culto religioso tutti da scoprire. La sensazione di essere tornati indietro nel tempo è quasi d’obbligo quando si passeggia per il porto commerciale o per le strette stradine del centro.
  3. Isola di Tioman: è la più grande isola della costa meridionale della Malesia ed è famosa per i suoi paesaggi da cartolina; acque cristalline, spiagge bianche orlate di palme, giungla incontaminata e lussureggiante. I fondali del mare sono ricchi di pesci, perfetti per fare immersioni e snorkeling. Non stupitevi se vedrete più turisti che abitanti locali: questa è una meta che non si può perdere!
  4. Cameron Highlands: la Malesia non offre solo fantastiche spiagge, ma anche alture dove ci si può rinfrescare un po’. Tra queste colline, a nord della capitale, ci sono stazioni climatiche di altitudine tra i 1.500 e i 1.800 metri ed immense piantagioni di tè. Si possono fare passeggiate tra la giungla e le piantagioni, scoprire nuove varietà di fiori e praticare sport.

E la Malesia Orientale?

I turisti, di solito, si limitano a viaggiare nella Malesia Occidentale non sapendo che anche la zona ad est può riservare piacevoli sorprese. Nella parte di Malesia che confina con l’Indonesia, infatti, si possono trovare posti incontaminati e non ancora sfruttati dal turismo più di massa. Consigliamo questa zona quindi ai viaggiatori più avventurosi che sono disposti anche a rinunciare a qualche comodità pur di scoprire nuovi posti.

Il periodo migliore per andare in Malesia

Il clima malese è caldo e umido tutto l’anno, i raggi di sole vi scalderanno pelle e ossa qualunque sia il mese in cui decidete di visitarla. Se siete amanti della tintarella, luglio e agosto è il periodo giusto, mentre vi sconsigliamo la stagione delle piogge (da novembre a gennaio) nella regione peninsulare. Se volete vedere le tartarughe di mare che depongono le uova sulla costa orientale, il periodo perfetto è da maggio a settembre.

Il vostro soggiorno al sicuro

Una volta organizzato il viaggio, non resta che preparare la valigia: costume da bagno, scarpe comode, crema solare e cappellino. Sia che vi rilasserete tra le spiagge bianche o tra le colline verdi sia che vi avventurerete più a est nella giungla, è meglio avere l’assicurazione di ERV Tutto Compreso che possa tutelarvi da qualsiasi inconveniente, così da poter partire in tutta tranquillità.

Che la vacanza cominci!